Ph dal web

La fretta, si sa, è una cattiva consigliera. Nei momenti di grande cambiamento è bene fermarsi, ascoltarsi e saper aspettare. E’ meglio vivere questo passaggio in tutta serenità per poter capire quali passi fare, quali decisioni prendere, decisioni importanti che condizioneranno il nostro futuro. Mettersi in stand-by  per un po’ focalizzandosi sulle esperienze fatte negli anni, fare un resoconto della propria vita accettando anche gli errori commessi, perdonarsi per averli fatti e promettersi di non ripeterli mai più. Questa è  una grande consapevolezza perché le esperienze, anche quelle brutte, sono molto utili se da esse impariamo la lezione, con questo approccio alla vita infatti  possiamo evolverci nella nostra crescita personale. Come dicevo all’inizio dell’articolo, non serve mettersi fretta quando si esce da una certa condizione per rituffarsi subito in  un’altra. Ci vuole del tempo, un periodo di disintossicazione per ripulirsi e poi ripartire con molta più energia di prima per iniziare un nuovo capitolo della propria vita, una pagina completamente bianca tutta da scrivere.

Di tanto in tanto è bene fare una pausa nella nostra ricerca della felicità ed essere semplicemente felici
(Guillame Apollinaire)

Da poco più di un mese mi sto godendo questo momento di passaggio, ho lasciato la mia vecchia vita per andare incontro a qualcosa  di nuovo che ancora non conosco. Non so quali passi compierò ed è per questo che ora sono ferma, aspetto un’ispirazione, attendo il momento giusto per la mia rinascita. Mi raccolgo in me stessa, medito, rifletto, e quando sentirò di essere pronta passerò all’azione. Così facendo si è in connessione con la parte più intima di sè, e zittendo le voci esterne che ci possono creare solo confusione rischiando di perdere di vista il nostro percorso, vado avanti con il mio unico pensiero di riuscire a realizzare i miei sogni. Alti e bassi di umore fanno parte del cambiamento che sta avvenendo in me, uscire dalla zona di comfort è sempre un po’destabilizzante, per molti anche doloroso, ma se non si cambia non si cresce. Vivo questo momento coccolandomi il più possibile, le mie giornate sono più piene di vita, osservo i miei gatti e da loro imparo tantissimo perché sono degli insegnanti magnifici! Lascio che tutto accada al momento giusto, avverto una fase di risveglio nella natura e anche in me, perché a lei mi sento fortemente vicina e connessa.

Il tempo non va misurato in ore e minuti, ma in trasformazioni.
(Fabrizio Caramagna)

Prendetevi del tempo per voi stessi, ricordate, è la cosa più preziosa che abbiamo!

SEGUIMI SU INSTAGRAM 😉

Prendersi del tempo per se stessi

77 pensieri su “Prendersi del tempo per se stessi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.