Qualche tempo fa ho trascorso un bellissimo weekend nella splendida Croazia con breve visita alla mia amata Lubiana. In Croazia ci sono stata diversi anni fa per le vacanze estive e ricordo molto bene le sue splendide acque cristalline e l’aspetto un po’ selvaggio di questo paese. L’entroterra però non l’avevo mai visitato, che fosse ricca di una meravigliosa vegetazione me ne ero accorta, ma quando ho visto il Parco dei Laghi di Plitvice sono rimasta d’incanto! Prima della visita di questo splendido parco naturalistico sono stata nella capitale croata, Zagabria. Anche questa città mi è entrata subito nel cuore, l’ho trovata giovane, dinamica, dall’aria gioiosa e vivace.  Mi sono subito ambientata, andare alla scoperta dei posti  più suggestivi consigliati dagli abitanti locali insieme alla mia amica è stato semplice e divertente. Poi abbiamo fatto anche una visita della città con la guida e ci siamo sbizzarrite a fotografare gli angoli più caratteristici. Finita la visita guidata eravamo libere di goderci la città con i nostri tempi, e io ho avuto la fortuna di trovare proprio in quei giorni il Festival Vegan che si svolgeva su una delle piazze principali di Zagabria. Ero pazza di felicità! Per la sorpresa certamente, ma anche vedere tante persone interessate a questo tema a me molto caro mi ha riempito di gioia e ottimismo. Chi fa questa scelta per motivi etici non rimane indifferente quando si imbatte in altre persone che hanno fatto la medesima scelta e si mettono in gioco per divulgare questo pensiero, che altro non è che un atto di amore verso la vita in ogni sua forma. Quindi abbiamo girato tra le bancarelle e assaggiato buon cibo vegan. La sera Zagabria è molto vivace, impossibile annoiarsi; oltre al festival Vegan in un’altra piazza c’era il Food&Film, con bancarelle di street food e un maxi schermo dove si potevano guardare i film seduti sul prato.

Il giorno della visita ai laghi avevano messo brutto tempo, per fortuna grazie alle preghiere che io ed altre persone abbiamo fatto la sera prima, il tempo è stato clemente e ad un certo punto è uscito anche il sole. Non oso pensare come sarebbe stato fare quei sentieri sotto la pioggia!! Purtroppo essendoci stati di  sabato abbiamo trovato  molta gente, un po’ troppa per i miei gusti, però devo ammettere che questo parco è davvero spettacolare. Io quando mi immergo nella natura rinasco, e se c’è l’elemento acqua, ancora di più. E qui di acqua ce n’ è parecchia, tra cascate e laghi! Abbiamo camminato tutto il giorno dalla mattina al tardo pomeriggio e abbiamo visto solo 1/3 del parco. E’ davvero immenso e stupendo. Difficile spiegare a parole le sensazioni provate in un ambiente così bello e suggestivo, posso dire però che voglio tornarci e in un altro giorno della settimana per potermi godere questa meraviglia con più tranquillità. Quest’area naturale è composta da 16 laghi collegati tra loro da una serie di cascate, si possono visitare grazie ai sentieri e alle passerelle in legno a filo d’acqua. Questa splendida area protetta è stata proclamata Patrimonio dell’Umanità nel 1979 e qui vivono numerose specie di animali, tra cui volpi, cinghiali, lupi e orsi e varie specie di uccelli e dove, per fortuna, è vietata la caccia e la pesca. La giornata è stata davvero fantastica, il tempo è stato favorevole e ci siamo potuti gustare questa gita al meglio, il colore dell’acqua aveva varie sfumature e intorno una fitta vegetazione. Il tutto regalava un infinito senso di pace.

Il giorno seguente si doveva fare rientro, ma prima di raggiungere l’Italia una sosta a Lubiana era d’obbligo. Ero già stata in questa splendida cittadina e sono stata felice di esserci tornata. Oltre a fare una passeggiata sul lungo fiume, io, un’amica e una coppia che ci ha voluto fare compagnia siamo andati a vedere il quartiere artistico e alternativo di Lubiana. Metelkova Mesto, il nome di questo quartiere, è un luogo molto caratteristico, non molto grande ma particolare. Si trovano un gruppetto di case con murales e graffiti dove gli artisti possono sbizzarrirsi e dare libero sfogo alla fantasia, sculture create con materiali di riciclo occupano quest’area artistica. Sicuramente la vita notturna è più animata con concerti, eventi teatrali e artistici, mentre di giorno tutto tace. Ma sicuramente vale la pena una visita.

Dopo un altro breve giro della città e a seguire il pranzo, è stato il momento di tornare a casa, con la gioia di aver visitato anche questa volta posti davvero belli. Un weekend che mi ha regalato relax e divertimento allo stesso tempo.

E’ proprio vero che “viaggiare significa aggiungere vita alla vita”(Gesualdo Bufalino).

Buon viaggio a tutti!

 

SEGUIMI SU INSTAGRAM 😉

 

Zagabria-Lubiana e laghi di Plitvice
Tag:         

698 pensieri su “Zagabria-Lubiana e laghi di Plitvice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.